Questa è la Banca nazionale

La Banca nazionale svizzera ha diverse particolarità. È una società anonima, ma con mandato pubblico. È indipendente nell'adempimento del proprio mandato, tuttavia è amministrata con la collaborazione e sotto la vigilanza della Confederazione. Inoltre è una banca esclusivamente al servizio di clienti speciali. Vale pertanto la pena conoscere un po' meglio questa istituzione.

Chi ha voce in capitolo alla BNS


  • Aufmacher 01

    La Banca nazionale, come banca centrale indipendente, conduce la politica monetaria nell'interesse generale della Svizzera. Questo è il suo mandato. La politica monetaria rientra esclusivamente nelle competenze della Direzione generale composta dal presidente, dal vicepresidente e da un terzo membro.

  • Aufmacher 02

    La politica monetaria ha un grande influsso sull'economia svizzera. La Banca nazionale è pertanto continuamente confrontata con le più disparate richieste.

  • Aufmacher 03

    La Banca nazionale esamina con serietà queste richieste e questi contributi alla discussione. Tuttavia decide autonomamente, il che è fondamentale per l'adempimento del suo mandato.

  • Aufmacher 04

    L'indipendenza è chiaramente associata al mandato della Banca nazionale, ancorato nella Costituzione federale e nella Legge sulla Banca nazionale.

  • Aufmacher 05

    La Banca nazionale rende regolarmente conto al Parlamento e all'opinione pubblica dell’adempimento del proprio mandato.

  • Aufmacher 06

    Il suo operato viene inoltre valutato attentamente: il Consiglio federale svolge una funzione di partecipazione e di vigilanza, il Consiglio di banca esercita il controllo sull'attività tenendo conto del rispetto della legge.

  • Aufmacher 07

    Anche gli azionisti, soprattutto i cantoni e le banche cantonali, hanno voce in capitolo. I loro diritti e le loro facoltà sono tuttavia più limitati di quelli degli azionisti di altre società anonime.

Che cosa fa la Banca nazionale?


Il mandato legale della Banca nazionale consiste nel garantire la stabilità dei prezzi, tenendo conto della congiuntura. Nell'ambito di questo mandato, la BNS opera su vari fronti in Svizzera e a livello internazionale.
Aufgaben der SNB

Ai sensi della legge la Banca nazionale persegue come obiettivo prioritario la stabilità dei prezzi tenendo conto dello sviluppo congiunturale; il suo compito principale è la conduzione della politica monetaria in Svizzera. Ciò significa che la BNS si impegna affinché la moneta mantenga il suo valore e l'economia si sviluppi adeguatamente.

Banconote, circuito dei pagamenti, sistema finanziario

Altri importanti compiti della Banca nazionale sono l'emissione di banconote e monete nonché la gestione del circuito dei pagamenti senza contante. La Banca nazionale funge inoltre da banca federale, in quanto esegue pagamenti, emette prestiti e gestisce titoli per conto della Confederazione. Infine la Banca nazionale è corresponsabile della stabilità del sistema finanziario svizzero. In questo ambito collabora con il Dipartimento federale delle finanze (DFF) e l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA).

Collaborazione internazionale

La Banca nazionale non opera solo in Svizzera, ma collabora, perlopiù assieme alle autorità federali, anche con diverse organizzazioni internazionali: il Fondo monetario internazionale (FMI), il Financial Stability Board (FSB), l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e la Banca dei regolamenti internazionali (BRI).

Un'impresa unica nel suo genere


Di primo acchito la BNS sembra essere un'impresa come tante altre. Tuttavia alcune caratteristiche la rendono speciale, come ad esempio il monopolio di emissione delle banconote sancito dalla legge: la BNS è l’unica istituzione autorizzata a emettere banconote in Svizzera. Viene quindi anche chiamata «istituto di emissione» oppure «banca centrale», poiché è l’unica istituzione centrale che gestisce l'approvvigionamento monetario del Paese. Un'altra caratteristica della BNS è la sua forma giuridica: è una «società anonima di diritto speciale». Le sue azioni sono quotate in borsa. Tuttavia l'organizzazione, la vigilanza o anche i diritti degli azionisti della BNS sono disciplinati in una legge speciale: la Legge sulla Banca nazionale.

La banca delle banche

La Banca nazionale è allo stesso tempo la banca della Confederazione e la banca delle banche. Ciò significa che intrattiene rapporti d'affari principalmente con le banche in Svizzera e con altri operatori del mercato finanziario. Non fornisce servizi bancari ai privati e a altre imprese.

La Direzione generale della BNS


La Direzione generale è l'organo esecutivo supremo della Banca nazionale. È composta del presidente, del vicepresidente e di un terzo membro. La Direzione generale è il solo organo responsabile della politica monetaria e valutaria.

La Direzione generale della BNS

Il Consiglio di banca non è un consiglio di amministrazione


Il Consiglio di banca è l'organo di vigilanza della BNS: esso sorveglia e controlla che le attività vengano eseguite correttamente e definisce i principi dell'organizzazione della banca. Approva il bilancio e l'ammontare degli accantonamenti per le riserve monetarie, valuta la gestione del rischio nonché l'allocazione degli investimenti e decide in merito alla grafica delle banconote. Tuttavia il Consiglio di banca è diverso dal consiglio di amministrazione di una normale società anonima. Non ha, infatti, alcuna voce in capitolo nella politica monetaria che rientra tra le competenze esclusive della Direzione generale. L'organo direttivo della BNS, la Direzione generale allargata, non viene nominata dal Consiglio di banca, ma dal Consiglio federale, anche se su proposta del Consiglio di banca.

Immagine: Keystone

Incontro tra politica ed economia


L'Assemblea generale (AG) della BNS ha luogo in aprile a Berna. In quell'occasione la Direzione generale e il Consiglio di banca incontrano gli azionisti ed esponenti del mondo economico. L'AG viene diretta dal presidente del Consiglio di banca.

Il ruolo degli azionisti


La maggior parte delle azioni della BNS è nelle mani dei cantoni e delle banche cantonali, ma anche privati e imprese possono detenere azioni della BNS. I diritti degli azionisti sono limitati a causa delle speciali funzioni che essa svolge. Il diritto di voto degli azionisti privati è limitato a 100 voti e i dividendi non possono superare 15 franchi per azione. Inoltre Rapporto e Consuntivo annuali devono essere approvati dal Consiglio federale prima di essere presentati all'AG. Malgrado tutte queste limitazioni, agli azionisti della BNS viene attribuita una funzione simbolica importante. Essi dimostrano che la BNS è radicata nella popolazione e sono l'espressione della sua indipendenza.

La Banca nazionale è indipendente


La BNS conduce quale banca centrale indipendente la politica monetaria nell'interesse generale della Svizzera. Non deve pertanto accettare direttive di politica monetaria, né concedere crediti alla Confederazione.
La Banca nazionale è indipendente

In tutte le decisioni di politica monetaria, la Banca nazionale deve tener conto dell'interesse generale del Paese. Questo principio è iscritto nella Costituzione. La BNS non può pertanto farsi influenzare o accettare direttive dallo Stato o da settori dell'economia, né da partiti politici o dai media. Le decisioni di politica monetaria vengono esclusivamente prese dalla Direzione generale.

I motivi dell'indipendenza

Ma perché questa indipendenza è così importante? In tempi difficili, una banca centrale indipendente è maggiormente in grado di prendere decisioni impopolari, ossia decisioni che possono sembrare dolorose a breve scadenza, ma che a medio e lungo termine si riveleranno benefiche per l'economia. Una Banca nazionale indipendente ha quindi più probabilità di garantire la stabilità dei prezzi e di contribuire a una sana evoluzione dell'economia. Questa regola è riconosciuta nella maggior parte dei paesi: solo l'indipendenza permette alla banca centrale di adempiere adeguatamente il proprio mandato.

Indipendente, ma con l'obbligo di rendere conto

La Banca nazionale non dispone però di un potere discrezionale illimitato, in quanto la sua indipendenza si riferisce soltanto all'adempimento del suo mandato pubblico. Essa è poi tenuta a rendere regolarmente conto al Parlamento e all'opinione pubblica di come assolve i propri compiti. Inoltre la Banca nazionale scambia regolarmente informazioni con il Consiglio federale in merito all'andamento della situazione economica.

Dov'è di casa la Banca nazionale?


La Banca nazionale ha due sedi, una a Berna e una a Zurigo. È inoltre rappresentata dai propri delegati nelle diverse regioni della Svizzera e dal 2013 dispone di una succursale a Singapore.
Hier ist die Nationalbank zu Hause
Immagine: Keystone

Dalla sua fondazione, oltre 100 anni or sono, la Banca nazionale ha una sede nella capitale Berna e una nella piazza finanziaria di Zurigo. È inoltre suddivisa in tre dipartimenti. Il 1° dipartimento è responsabile della preparazione delle decisioni di politica monetaria. Al 2° dipartimento compete l'emissione delle banconote e la stabilità finanziaria. Il 3° dipartimento mette in atto la politica monetaria sui mercati finanziari. Il 1° e il 3° dipartimento sono situati principalmente a Zurigo, il 2° dipartimento si trova essenzialmente a Berna. La Direzione generale è responsabile della gestione operativa della Banca nazionale: ciascuno dei tre dipartimenti è diretto da un membro della Direzione generale e dal rispettivo supplente.

Osservatori e rappresentanti

Per promuovere lo scambio di informazioni tra economia, opinione pubblica e Banca nazionale, oltre alle sue sedi di Berna e Zurigo la Banca nazionale ha rappresentanze a Basilea, Ginevra, San Gallo, Lugano, Losanna e Lucerna. A ognuna di queste otto regioni è attribuito un delegato che intrattiene relazioni economiche regionali. In qualità di osservatori della congiuntura, i delegati conducono regolarmente inchieste presso le imprese per raccogliere informazioni sull'andamento degli affari. Essi fungono anche da rappresentanti della Banca nazionale nella loro regione e informano sulla politica monetaria e valutaria della BNS.

Che cosa fa la BNS a Singapore?

Nel 2013 la Banca nazionale ha aperto una succursale a Singapore, stabilendosi per la prima volta all'estero. Vi lavorano meno di dieci collaboratori. Ha compiuto questo passo innanzitutto per gestire in modo più efficiente la componente Asia-Pacifico delle riserve valutarie, ma anche per monitorare il mercato dei cambi 24 ore su 24.

Lavorare alla Banca nazionale


La maggior parte dei quasi 900 dipendenti della Banca nazionale opera in una delle due sedi di Zurigo e Berna: circa 650 persone lavorano a Zurigo e oltre 200 a Berna. Il resto è impiegato presso le rappresentanze e la succursale di Singapore. Non c’è una formazione professionale tipica per la Banca nazionale. La maggior parte del personale della Banca nazionale è composta da economisti, esperti del settore bancario e finanziario nonché da informatici e specialisti dei servizi logistici. Collaborano inoltre alla BNS rappresentanti di molti altri settori professionali. La composizione del personale della Banca nazionale è molto variegata.

La banca più liquida della Svizzera


Grazie al monopolio di emissione delle banconote la BNS non può mai diventare insolvente: controlla per così dire la sorgente della moneta e crea i mezzi di pagamento legali. Dispone sempre dei mezzi necessari per saldare i propri debiti in franchi. Il monopolio di emissione delle banconote le permette inoltre di realizzare con il tempo degli utili. Tuttavia il suo mandato non consiste nel realizzare il maggior utile possibile, bensì nel garantire la stabilità dei prezzi. Per poter adempiere il proprio mandato a lungo termine, la BNS rafforza costantemente il suo capitale proprio. A tale scopo, la BNS accantona sempre una parte del suo utile alle riserve monetarie come stabilito nella Legge sulla Banca nazionale.

Il bilancio della Banca nazionale a fine 2018

Die Nationalbank-Bilanz 2018